Percorso



Video a fine pagina

 

Giuseppe Pamato, detto Beppino,” nascebepino4 a Trento il 20 aprile 1936, penultimo figlio di  Giuseppe e Valentina. 

Il padre è il capo della centrale elettrica che sorge lungo il torrente Fersina nel quartiere della ‘Busa’: lì trascorre i primi anni della sua vita.

Il padre, clarinettista dilettante, gli trasmette la passione per la musica e fin da piccolo lo porta con sé ad ascoltare i concerti.

“Beppino” inizia a suonare con una piccola armonica ricevuta in dono, e da allora l’armonica diventa la sua compagna, sempre presente fino alla fine della sua vita. 

Come l’amico Paolo ama citare anche lui le parole di John Steinbeck: “chi ha un’armonica in tasca non è mai solo”.

Le prime amicizie musicali risalgono agli anni della scuola con Paolo Bertella e Santino Albertini insieme ai quali fonderà il celebre Trio di armoniche “Palbert” ricoprendo nello stesso il ruolo di armonica basso. (Vedi anche documentazione in armonicisti locali: “Trio Palbert”)

Conclusa l’avventura con il trio riprende a suonare dopo una lunga pausa dedicata alla famiglia e ritrova ancora i vecchi  amici di sempre. Con il maestro Gorgazzini accompagna molte serate di piano bar nei locali di Trento e non solo.

Nel  1988 insieme a Paolo Bertella e Renato Gabrielli entra “nell’arena” sfidando il pubblico della ‘Corrida’, la popolare trasmissione televisiva condotta ai tempi da Corrado; Beppino, Paolo e Renato si presentano negli studi Mediaset di Cologno Monzese dove eseguono il brano El Cumbanchero.

La loro esibizione riscuote uno strepitoso successo e vincono il I° premio assoluto con l’elogio e  i complimenti del Maestro Roberto Pregadio.

Ormai “Beppino” è lanciato: accetta gli inviti di chi cerca e gradisce una nota di allegria, con la sua armonica allieta matrimoni di amici e conoscenti, accompagnato al piano dal padre Damiano, un francescano del convento di San Bernardino alla Busa amico sin dall’infanzia.

Con Italo Leveghi e Tiziana Decarli, presentatore il primo, poetessa dialettale la seconda, sarà il musicista del “Trio del buon’umore”, che anima i pomeriggi e le serate nei Circoli Anziani del Comune di Trento, soprattutto nel Centro di Via Belenzani.

Si trova con Vito Concadoro, amico di armonica sin dagli anni di scuola, per piccoli concerti dedicati ad amici. Porta note e buon’umore anche ai bambini degli asili e delle scuole materne, ai soci delle associazioni AVIS,  SAT, SOSAT ed agli ospiti della Casa Circondariale di Trento.

Nel febbraio 2008, colpito da una improvvisa e grave malattia, lotta con coraggio fino alla fine, la sua preoccupazione è quella di non poter più suonare.

Ma nonostante tutto, non smette, continua a scrivere note sui suoi quaderni e a dedicarsi alla sua armonica, la suona fino a pochi giorni prima della sua scomparsa avvenuta il 21 dicembre del 2009. 

bepinosfumata2

 

Solo un mese prima, si esibisce nel Saggio annuale degli “Amici dell’armonica a bocca”, con un toccante brano trasmettendo a tutti il suo grande amore per questo strumento che lo ha accompagnato per tutta la vita.

 

 

 

 

 

Guarda i Video: 

 

 

The Entertainer - Scott Joplin

 Ritorno alla Home